Riabilitazione protesica di un caso complesso mediante ortodonzia e chirurgia maxillo-facciale

Pubblicato il: 3 Aprile 2015

Situazione iniziale

La paziente necessitava di un ampio e complesso intervento odontoiatrico, finalizzato alla risoluzione di due distinti problemi. Da un lato essa lamentava infatti una insufficiente capacità di masticazione, dovuta alla perdita dei denti posteriori inferiori; dall’altro, veniva riscontrata una grave malocclusione, per cui i denti residui inferiori toccavano la gengiva superiore.

Risoluzione mediante ortodonzia e chirurgia

Con la terapia, che ha previsto un intervento chirurgico di avanzamento mandibolare e la riabilitazione protesica dell’arcata inferiore e dei settori posteriori dell’arcata superiore, sono stati ricreati rapporti spaziali corretti fra l’arcata superiore e quella inferiore, cosa che ha permesso di costruire protesi soddisfacenti sia sotto il profilo funzionale sia sotto quello estetico. Per la sua complessità, il problema di ortodonzia qui presente ha dovuto essere risolto chirurgicamente: non sempre ciò è tuttavia necessario. L’analisi preliminare, che viene poi discussa con il paziente, evidenzia di volta in volta l’opportunità di agire in modi differenti, sulla base delle possibilità e in funzione del miglior risultato.

torna su